Un programma per il nostro futuro

#inpiedipersiderno

Le nostre idee



SIDERNO GREEN
Puntiamo ad una Siderno sostenibile. Come? Attraverso una pianificazione urbana organizzata secondo un modello “green" che integri le esigenze di MOBILITA’, USO DEL SUOLO e DOTAZIONE DI SERVIZI

VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO EDILIZIO: creazione di un “Albo degli edifici comunali” per programmare opere di riconversione, riqualificazione, ripristino ed adeguamento degli edifici esistenti e in disuso. Inoltre, favoriremo gli interventi dei cittadini per la salvaguardia del patrimonio edilizio privato, la messa in sicurezza e l’efficientamento energetico, combattendo illegalità e degrado.

MOBILITÀ: redazione di un piano del traffico volto non soltanto a decongestionare singole vie ma a strutturare percorsi di viabilità alternativi.

DECORO URBANO: Istituzione di un “Ufficio del Verde Pubblico” con relativo censimento. Nuovo piano per l’illuminazione pubblica che punti sull’efficienza energetica e sulla sostenibilità.

RIFIUTI: Mai più puzza a Siderno! Ci impegneremo a garantire e a vigilare sulla perfetta gestione dell’impianto di San Leo e il suo adeguamento alla normativa vigente. Esigendo il rispetto del quantitativo massimo di conferimento all'impianto, la giusta manutenzione, il diritto di prelazione nel conferimento dei rifiuti e l’implementazione di una piattaforma per la trasparenza. Sarà intrapresa ogni iniziativa necessaria per evitare l'abbandono indiscriminato dei rifiuti.


DISCOVER SIDERNO

L’obiettivo principale sarà quello di riscoprire e preservare l’identità artistica, culturale del territorio attraverso un PIANO STRATEGICO DI SVILUPPO TURISTICO, rafforzando il turismo balneare attraverso l’approvazione di importanti strumenti di riqualifica urbana, quali il PSC (Piano Strutturale Comunale) e il PCS (Piano Comunale Spiaggia), oltre a costruire le premesse per un turismo alternativo che non si concentri solo nei mesi estivi.

SIDERNO CHIAMA LOCRIDE: Proporremo un calendario unico di eventi della Locride, in collaborazione con enti ed organizzatori, il cui punto di forza sarà la riscoperta delle origini. Restituiremo all’arte l’anfiteatro di Siderno Superiore. Ci impegneremo a concretizzare l'idea di una Fondazione che valorizzi le personalità artistiche che hanno fatto grande la nostra cittadina e che al contempo si faccia promotrice di eventi che portino nel nostro territorio contributi nazionali e internazionali per far diventare Siderno motore culturale dell'intera locride.

PORTALE DIGITALE E BRAND SIDERNO. Con un piede ben saldo nelle nostre radici e l’altro già nel futuro! Siderno dovrà essere online; un punto di accesso digitale dove convergeranno storia, informazioni utili al turista, e promozione delle attività e dei servizi offerti dalla nostra città.

ZONA CINEMA FREE. Immaginiamo il nostro paese come location per film, serie tv e prodotti cinematografici. Vogliamo attrarre le produzioni cinematografiche, che hanno intenzione di girare in Calabria, offrendo gratuitamente le location del comune, esterne e interne. Per questo apriremo fin da subito un'interlocuzione con la Film Commission regionale e ci impegneremo a sostenere la Scuola Cinematografica della Calabria, nata proprio nella nostra città.



SIDERNO BENE COMUNE

Ognuno di noi avrà un ruolo fondamentale in questo percorso, perché Siderno deve tornare ad essere amata dai suoi cittadini, per primi. Solo così riusciremo a crescere e recuperare quel senso di appartenenza che da troppi anni manca nella percezione della comunità.

SALUTE: Il movimento si impegna a difendere e a mantenere i Livelli Essenziali di Assistenza (LEA), al rispetto delle normative sui tempi di assistenza e delle liste di attesa. Saremo al fianco delle eccellenze sanitarie e supporteremo le associazioni di volontariato. Ci spenderemo affinché, si sblocchi l'iter per i finanziamenti gia' destinati al progetto della “Casa della Salute”, fermo ormai da anni.

SOCIALE: Un'attenzione particolare per i diversamente abili. Intendiamo dotare Siderno di percorsi tattili, costituiti da superfici dotate di rilievi studiati appositamente per essere percepiti sotto i piedi, di semafori acustici per garantire la sicurezza durante l'attraversamento stradale, e tutti gli uffici pubblici e i mezzi di trasporto di avvisi vocali. Creare un accordo con l'ASL e con l'Unione Ciechi di Reggio Calabria al fine di creare corsi di orientamento e mobilità e uno sportello all'interno della struttura Comunale.

CULTURA: Partiremo proprio dalla culla della cultura: la biblioteca, pensandola in simbiosi con il mondo esterno, rendendola interattiva e favorendo percorsi educativi per i più piccoli. È proprio a loro che saranno dedicate più aree gioco dislocate per la città. Lavoreremo sin da subito alla realizzazione di un Museo di Arte Contemporanea, con opere di artisti locali ed internazionali. Costituiremo un tavolo tecnico permanente per le scuole e la gestione delle strutture scolastiche.

LAVORO: Siamo dalla parte dei nostri lavoratori. Lavoreremo sin da subito all'istituzione di una Consulta delle attività produttive che coinvolga e collabori con amministratori, commercianti, associazioni e sindacati. E’ inoltre nostra precisa intenzione quella di istituire un fondo comunale di garanzia per l'accesso al credito garantendo il doveroso supporto alle aziende in questo periodo di particolare crisi economica.

MACCHINA AMMINISTRATIVA: La pianta organica del nostro Comune è fortemente depotenziata. Per questo troveremo ogni risorsa possibile per potenziare uffici e servizi al cittadino, aggiornare e formare l’organico affinché possa rispondere alle esigenze di una cittadinanza in continua evoluzione e sempre più digitale.

OBIETTIVO LEGALITÀ: Creeremo protocolli d'intesa tra Comune e Scuole della città per favorire percorsi educativi e di sensibilizzazione alla legalità con Vigili Urbani, Guardia Costiera, Forze dell'Ordine, Vigili del Fuoco e aderendo attivamente ad iniziative dedicate alle vittime della criminalità. Non possiamo però fermarci agli atti simbolici: avvieremo controlli incrociati con la prefettura su ogni procedimento e chiederemo il supporto per ogni procedura da attivare lavorando a stretto contatto con le forze dell’ordine, perché il contrasto alla criminalità non si professa, si attua. Senza se e senza ma.


SIDERNO 2030

Pensiamo alla nostra città come ad un regalo da consegnare alle generazioni future. Occorre oggi individuare una strategia più ampia in grado di mettere a sistema i dati emergenti dal territorio per la definizione di una gerarchia di azioni in grado di declinare l'idea di sviluppo locale in progetti competitivi, capaci di rispondere alle necessità del territorio per raggiungere i valori di risultato e qualità richiesti da tempo dalla collettività.

UNA NUOVA DIMENSIONE URBANA: Prefigurare un futuro per Siderno non può che propendere per la composizione di una logica di sistema capace di includere in una dimensione economica e di uso i riferimenti territoriali a grande scala: le fiumare Torbido, Novito e Lordo, il lungomare e la diga sono elementi sulla cui cura e valorizzazione è plausibile scommettere per la rappresentazione positiva di un tratto importante del paesaggio calabrese. Occorre partire dal lungomare, dalla valorizzazione della sua anima verde e dell'ampia fascia dunale che ne caratterizza i prolungamenti verso nord e sud, per poi addentrarsi nell'entroterra e scoprire le enormi potenzialità attrattive di fiumare e vallate. Occorre volgere lo sguardo verso il borgo Superiore e la costellazione di contrade per attivare una attenta politica di ascolto dei luoghi che, andando oltre ogni semplicistica promessa di dotazioni funzionali standardizzate, sia capace di proporre interventi ad hoc rappresentativi delle esigenze che gli stessi abitanti individuano come prioritarie.

IL CITTADINO AL CENTRO: Abbiamo pensato all'istituzione di Consigli di Quartiere che possano portare le istanze dei cittadini all'attenzione dell'amministrazione e ad un Portale del cittadino, un sito web, accompagnato da un'app, che possa raccogliere le segnalazioni della cittadinanza e garantire risposte immediate. Non possiamo dimenticare le trasformazioni sociali e produttive che l'emergenza sanitaria sta provocando, abbiamo quindi pensato di trasformare una delle strutture comunali abbandonate in CASA DELLE PROFESSIONI, una struttura con uffici condivisi, coworking, sale riunioni e spazi per conferenze, per giovani professionisti nella prima fase della loro carriera.

LOCRIDE CAPITALE DELLA CULTURA 2025: abbiamo voglia di osare. Vogliamo sostenere il progetto di proporre il nostro territorio come capitale della cultura, presentando un programma di valorizzazione di ville, palazzi storici e scavi archeologici. Vogliamo dare un contributo attivo al tavolo di discussione a cui già altre realtà del nostro territorio sono sedute perché Siderno ha le carte in regola per giocare un ruolo da protagonista in questo progetto.